Ho continue variazioni di umore, cioè posso passare da un ottimismo sfrenato a un pessimismo abissale nell’arco di quattro battiti cardiaci; posso passare da un’indifferenza artica per il mondo a una totale straziata compassione per qualsiasi forma di vita animata e inanimata, posso sentirmi sottilmente felice, mediamente inquieta, ilare poi funebre, catatonica poi iperattiva. Io ho fatto impazzire psicanalisti ed erboristi, primari e pranoterapisti e non è servito a nulla perché rimango un caso oscuro.
-Stefano Benni

 

“Ci hanno fatto credere che l’amore, quello vero, si trova una volta sola, e in generale prima dei trent’anni. Non ci hanno detto che l’amore non è azionato in qualche maniera e nemmeno arriva ad un’ora precisa.

Ci hanno fatto credere che ognuno di noi è la metà di un’arancia, che la vita ha senso solo quando riusciamo a trovare l’altra metà. Non ci hanno detto che nasciamo interi, che mai nessuno nella nostra vita merita di portarsi sulle spalle la responsabilità di completare quello che ci manca: si cresce con noi stessi. Se siamo in buona compagnia, è semplicemente più gradevole.

Ci hanno fatto credere in una formula chiamata “due in uno”: due persone che pensano uguale, agiscono uguale, che solamente questo poteva funzionare. Non ci hanno detto che questo ha un nome: annullamento. Che solamente essere individui con propria personalità ci permette di avere un rapporto sano.

Ci hanno fatto credere che il matrimonio è d’obbligo e che i desideri fuori tempo devono essere repressi.

Ci hanno fatto credere che i belli e magri sono quelli più amati, che quelli che fanno poco sesso sono all’antica, e quelli che invece ne fanno troppo non sono affidabili, e che ci sarà sempre un scarpa vecchia per un piede storto! Solo non ci hanno detto che esistono molte più menti “storte” che piedi.

Ci hanno fatto credere che esiste un’unica formula per la felicità, la stessa per tutti, e quelli che cercano di svincolarsene sono condannati all’emarginazione. Non ci hanno detto che queste formule non funzionano, frustrano le persone, sono alienanti, e che ci sono altre alternative.

Ah, non ci hanno nemmeno detto che nessuno mai ci dirà tutto ciò.

Ognuno di noi lo scoprirà da sè. E così, quando sarai molto innamorato di te stesso, potrai essere altrettanto felice, e potrai amare qualcuno.”

John Lennon

Che non ho mai ottenuto abbastanza, se penso a quello che volevo io in verità.

Briga. (via stringimipiuchepuoi)

(Fonte: dopotuttoquesto)

Il nemico c’è l’aveva dentro, non davanti. E tutta la sua forza era niente, con un nemico così.

Oceano Mare, Alessandro Baricco (via letsgogetlostinabook)

Vogliamo essere amati.
In mancanza di ciò, ammirati
in mancanza di ciò, temuti
In mancanza di ciò, odiati e disprezzati.
Vogliamo suscitare negli altri qualche sorta di emozione.
L’anima trema davanti al vuoto
e ha bisogno di un contatto a ogni costo.

Hjalmar Soderberg

tutta questa gente che non è te.

robuovo on twitter

lbtata:

" Tranquilla andrà tutto bene e se stai scappando da me, rallenta pure il passo, voglio prenderti la mano "

Facciamo che l’ultima volta
diventi penultima
e indietro così
fino ad arrivare alla prima
quando mi guardavi
con quegl’occhi ridenti che tieni.

Ti dirò che mi stai a cuore
chiederai, e gli altri organi?
A tutti gli organi mi stai.

E sapeva che quello che non era stato tra di loro le sarebbe mancato per sempre.

Fuori da un evidente destino - Giorgio Faletti. (via unsottiledispiacere)

Dio non darmi la forza, o la pazienza, o la salute. Dammi tregua.

eldigote on twitter

Il fallimento è una possibilità di ricominciare in maniera più intelligente.

Henry Ford (via colori-proibiti)

Chi ti vuole bene sa quando cercarti, quando non farlo, ma soprattutto sa quando insistere anche se gli hai urlato di lasciarti in pace.

silviagar_ on twitter

Ma quando dici di no e rifiuti qualcuno perchè in mente hai altri occhi ci pensi mai se quegli occhi a cui pensi sanno dire di no come fai tu?
E allora forse è meglio smetterla di pensare a un paio di occhi, anche se belli, e guardare avanti, che magari qualcosa di meglio c’è.
Le delusioni sono il frutto delle aspettative.
Non sperare in nulla, sorridi e vaffanculo.