Ho continue variazioni di umore, cioè posso passare da un ottimismo sfrenato a un pessimismo abissale nell’arco di quattro battiti cardiaci; posso passare da un’indifferenza artica per il mondo a una totale straziata compassione per qualsiasi forma di vita animata e inanimata, posso sentirmi sottilmente felice, mediamente inquieta, ilare poi funebre, catatonica poi iperattiva. Io ho fatto impazzire psicanalisti ed erboristi, primari e pranoterapisti e non è servito a nulla perché rimango un caso oscuro.
-Stefano Benni

 

haidaspicciare:

Marcello Mastroianni e Sophia Loren. "Una giornata particolare" (Ettore Scola, 1977).

haidaspicciare:

Marcello Mastroianni e Sophia Loren
"Una giornata particolare" (Ettore Scola, 1977).

Non sono le tue azioni, sosteneva, ma le tue reazioni a definire chi sei.

(P. Cognetti)

elrobba:

Felicità è avere sempre un pensiero felice dove vai.
In qualunque posto tu stia andando.

I libri aggiungono all’infelicità dell’uomo una profondità che scambiamo per consolazione.

Orhan Pamuk, Il mio nome è rosso 

(via ceneredirose)

(Fonte: diariopensieripersi)

La mia solitudine non dipende dalla presenza o assenza di persone; al contrario, io odio chi ruba la mia solitudine, senza, in cambio, offrirmi una vera compagnia.

F. Nietzsche.  (via persplenderedevibruciare)

Always reblog

(via ilciospo)

Qualsiasi cosa faccia, anche la più piccola, è finalizzata al farmi provare un sentimento. Io mi sveglio, respiro, mangio e cerco di mantenermi in forze, di restare viva più tempo possibile solo per provare qualcosa, qualcos’altro. Sono affamata di attimi rosa, che sia io a viverli o che siano gli altri ad esserne protagonisti. Non ho limiti, non mi sazio mai.
Per esempio adesso è sera e domani dovrò svegliarmi presto, dovrei dormire, ma non ci riesco: mi manca qualcosa e frugo tra i miei libri, tra i miei ricordi, tra quello che ancora non ho e che forse non mi apparterrà mai; mi affanno per trovare il modo di sentirmi ancora una volta ingenua di fronte alla potenza di un’emozione.

Susanna Casciani (via itrymyself)

Tanto più resistente è la corazza, tanto più fragile è l’anima che la indossa.

Edvania Paes (via blackheartandeyes)

haidaspicciare:

Ernesto Mahieux e Libero De Rienzo, “Fortapàsc” (Marco Risi, 2009).